Gioielli etnici 2015


Il viaggio in Ladakh dell'estate scorsa ha lasciato tracce nel mio immaginario e, avendo acquistato bellissimi fili di pietre dure e collane dalle tribù dei tibetani nomadi, ho deciso di dare libero sfogo alla creatività e reinterpretare, con il mio stile, la tradizione dei gioielli dell'Asia centrale...

codice ET68

Il pendente centrale in Agata rappresenta il simbolo della bandiera del Tibet: due leoni che si fronteggiano. Anche tutti gli altri materiali provengono dal Tibet: turchesi, rubini, granati, elementi in osso di yak intagliato e Tigs (perle lunghe in agata con i 3 occhi del Buddha). Semi di Rudra dall'India. Quarzo biterminato come pendente finale.

codice ET67

Agata, perle di fiume, onice Tigs, elementi in osso di yak intagliato e quarzo elestiale provenienti dal Tibet

codice ET66

Piastra in agata intagliata, quarzo citrino, perle di fiume, semi di rudra, cristalli Swrovski, punte di quarzo rutilato, pendente in agata dal Tibet

codice ET65

Sodalite, angelite, agata, quarzo ialino, ceramica dipinta.

codice ET64

Pettorale ricamato a mano. Piastre in osso di yak intagliato rappresentanti alcuni degli otto simboli del Buddhismo tibetano.

Turchesi e rubini dal Tibet, cristalli Swarovski, perle di fiume, quarzo ialino dall'Himalaya.

codice ET62

Corniola, bronzo, osso di yak intagliato.

codice ET60

Agata dal Tibet, diaspro, corallo Bamboo, semi di rudra, cristalli Swarovski.

codice ET56

Serpentino, agata verde, quarzo ialino, ottone.

codice ET52

Agata tinta in viola, angelite, fluorite verde, cristalli Swarovski.

codice ET48

Regalo d'autore.
Il Natale incontra il Made in Italy

Palazzo Brancaccio Natale 2015 intervista CILA Confederazione Italiana Lavoratori Artigiani

Post in evidenza

Post recenti

Categorie

Archivio Post

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now